News

10/10/2018

OMESSA COMPILAZIONE DEL QUADRO RW, LA CTR LOMBARDA


La Commissione tributaria regionale della Lombardia, con la sentenza n. 2289/2018, ha chiarito che l’art. 12, D.L. n. 78 del 2009 (conv. con modif. in L. n. 102/2009) - il quale assegna all’Amministrazione finanziaria termini raddoppiati per le verifiche fiscali a carico dei contribuenti titolari di disponibilità finanziarie all’estero non indicate nel quadro RW – ha carattere sostanziale e non meramente processuale, in quanto incide direttamente sull’obbligazione tributaria.

Per tale ragione, è fatto divieto applicare retroattivamente tale norma a fattispecie anteriori alla sua entrata in vigore, come per le annualità in contestazione nel caso esaminato dalla CTR Lombardia, ossia 2006 e 2007, a nulla rilevando la circostanza che al momento dell’entrata in vigore dell’art. 12, D.L. n. 79 del 2009, i predetti periodi d’imposta fossero ancora accertabili.

giustizia tributaria