News

05/11/2018

LE MISURE EUROPEE SUL RICICLAGGIO E SULLA CIRCOLAZIONE DEL CONTANTE


Il Parlamento europeo il 12 settembre 2018 ha approvato una serie di misure volte al contrasto al terrorismo ed al riciclaggio di denaro ed atta a rafforzare i controlli sui flussi di cassa.

La prima risoluzione legislativa riguarda una direttiva che mira a contrastare il riciclaggio mediante il diritto penale, consentendo una cooperazione transfrontaliera fra le autorità competenti più efficiente e più rapida, al fine anche di integrare e rafforzare l’applicazione della direttiva 2015/849.

Nel dettaglio, sono previste definizioni a livello Ue dei reati, in virtù del fatto che la definizione delle attività criminose che costituiscono reati-presupposto del riciclaggio dovrebbe essere sufficientemente uniforme in tutti gli Stati membri. Questi ultimi dovrebbero poi assicurare che tutti i reati punibili con una pena detentiva ai sensi della direttiva siano considerati reati-presupposto del riciclaggio e, nella misura in cui l’applicazione di tali soglie per le sanzioni non lo preveda già, dovrebbero includere una gamma di reati nell’ambito di ciascuna delle categorie di reati elencate nella direttiva approvata.

La seconda risoluzione legislativa è invece relativa a un regolamento in materia di controlli sul denaro contante in entrata nell’Unione europea o in uscita, che si pone il fine di completare il quadro giuridico per la prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo di cui alla citata direttiva 2015/849. Tra le misure, viene stabilita l’estensione della definizione di denaro contante a oro e carte elettroniche prepagate anonime.

 

app okJPG