Attualità

24/10/2016

ACCORDO TRA ITALIA E ANDORRA SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE


Con la legge 3-10-2016 n. 190 è stato ratificato e reso pienamente esecutivo l’Accordo sottoscritto dalla Repubblica italiana e dal Principato di Andorra il 22 settembre 2015 sullo scambio di informazioni in materia fiscale; l’Accordo entrerà in vigore dopo la reciproca notifica del completamento delle procedure richieste.

Redatto secondo lo schema TIEA (Tax Information Exchange Agreement) di origine OCSE, prevede che lo scambio di informazioni, su richiesta delle parti contraenti, riguardi la determinazione, l’accertamento e la riscossione delle imposte, nonché le indagini o i procedimenti giudiziari relativi a questioni fiscali. I tributi considerati sono, per l’Italia le imposte dirette, l’IVA, le imposte sulle successioni e donazioni e le imposte sostitutive e per Andorra l’imposta sui trasferimenti dei beni immobili e sulle relative plusvalenze, oltre alle imposte dirette.

Fondamentale è il superamento del segreto bancario in quanto le parti si impegnano a fornire reciprocamente informazioni, per finalità tributarie, in possesso di banche  e degli altri intermediari finanziari e fiduciari (cfr. art. 5 dell’Accordo).

scambio-di-informazioni-47643156