Attualità

25/10/2017

NUOVE LINEE GUIDA PER I PIANI INDIVIDUALI DI RISPARMIO


Il Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia e delle Finanze ha emanato, in data 4 ottobre 2017, le “Linee guida per l’applicazione della normativa sui piani di risparmio a lungo termine – Art. 1, commi da 100 a 114, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio per il 2017)”.

Nel documento viene confermata la funzione primaria delle società fiduciarie e viene ribadito - alla luce della prassi dell’Agenzia delle entrate - che per l’applicazione del regime del risparmio amministrato è sufficiente la sussistenza di un rapporto di amministrazione e non è necessaria l’intestazione dei beni alle medesime società e che, anche ai fini della normativa in esame, l’amministrazione fiduciaria può essere con o senza intestazione dei titoli, anche quando tali titoli siano depositati presso intermediari non residenti.

Il Dipartimento, specifica poi (pag. 5) che in caso di amministrazione fiduciaria, la costituzione del PIR può essere effettuata “direttamente” dalla società fiduciaria, che provvederà alla gestione fiscale del PIR, ma può anche essere effettuata da altro intermediario abilitato ad applicare il regime del risparmio amministrato; in tal caso la società fiduciaria si limita a divenire intestataria di un PIR costituito presso altro intermediario che provvederà alla gestione fiscale del PIR stesso.

PIR images