Attualità

15/01/2018

Proroga del termine per il country by country


Con il comunicato stampa del 12 dicembre 2017, l’Amministrazione finanziaria ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla proroga del termine per trasmettere le comunicazioni delle informazioni relative all’anno 2016 del country by country reporting, stabilita con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate pubblicato il giorno precedente, Prot. n. 288555.

Il predetto provvedimento, infatti, ha rinviato alla data del 9 febbraio 2018 il termine originariamente stabilito dal Provvedimento del 28 novembre 2017, Prot. n. 275956, il quale, al punto 7.2, ha disposto che “Per il primo anno di rendicontazione, l’entità tenuta alla rendicontazione appartenente a un gruppo multinazionale con un periodo di imposta di rendicontazione che inizia il 1° gennaio 2016 o in data successiva e termina prima del 31 dicembre 2016, invia la comunicazione entro il 31 dicembre 2017”.

Il successivo provvedimento dell’11 dicembre, a propria volta, ha previsto che “Le comunicazioni relative al primo anno di rendicontazione, concernenti il periodo d’imposta che inizia il 1° gennaio 2016 o in data successiva e termina prima del 31 dicembre 2016, di cui al punto 7.2 del provvedimento del Direttore dell’Agenzia n. 275956 del 28 novembre 2017, si intendono validamente presentate nei termini se inviate all’Agenzia delle entrate entro sessanta giorni dalla data del presente provvedimento”.

Il comunicato pubblicato dall’Agenzia il 12 dicembre, tuttavia, sembra ampliare l’ambito soggettivo di applicazione della predetta proroga, che appariva limitata, ai sensi di quanto chiarito con i due precedenti documenti, alle situazioni contemplata dal par. 7.2 del Provvedimento del 28 novembre 2017. E infatti, secondo il comunicato in oggetto, “La proroga riguarda tutti i contribuenti per i quali il termine ordinario relativamente al primo anno di rendicontazione sarebbe scaduto al 31 dicembre 2017; si tratta delle imprese il cui periodo d’imposta inizia il 1° gennaio 2016 o in data successiva e chiude al 31 dicembre 2016 e le imprese il cui periodo d’imposta inizia il 1° gennaio 2016 o in data successiva e chiude prima del 31 dicembre 2016.

COUNTRY