Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 207

Articolo rivista - SFEF - 2018/35

Altamura Paolo Giuseppe Emilio, Barbiano Di Belgiojoso Giovanni, Marchio

Il ruolo del marchio quale “most valuable asset”, imprese bancarie e finanziarie nel panorama nazionale ed internazionale. Riflessi in materia di Patent Box


Il ruolo preminente degli asset immateriali nei sistemi economici di oggi, caratterizzati da mercati fortemente integrati e dinamici è stato evidenziato dall’OCSE e dalla letteratura economica e ha trovato un espresso riconoscimento in Italia mediante l’agevolazione fiscale del “Patent Box”. Tra i beni immateriali ricompresi nella prima applicazione dell’agevolazione, il marchio ha giocato ...
L’equiparazione del trattamento fiscale dei redditi da capitale e dei redditi diversi prodotti dalle c.d. partecipazioni qualificate a quanto già previsto per le c.d. non qualificate introdotta con la Legge di bilancio 2018, potrebbe essere il primo passo per la revisione del complesso sistema di tassazione delle rendite finanziarie ormai datato da oltre 20 anni e non in linea con quello degli ...

Articolo rivista - SFEF - 2018/35

Saltarelli Angela

Art Finance: un approccio sempre più olistico ai servizi


Considerando la crescente volatilità nei mercati finanziari globali e i bassi tassi d’interesse praticati, molti wealth manager hanno consigliato e consigliano ai propri clienti di diversificare in investimenti alternativi e in asset tangibili, quali le materie prime o l’arte – sempre più riconosciuta come asset class alternativa – o altri oggetti da collezione come: le armi, il vino, gli ...
Con due risoluzioni del 2017 l’Agenzia esamina il trattamento fiscale degli indennizzi forfetari erogati ad investitori in azioni e obbligazioni subordinate emesse da banche italiane. Con atteggiamento pragmatico l’Agenzia rileva come gli indennizzi traggano la loro motivazione da comportamenti irregolari degli intermediari e ne esclude l’imposizione come redditi diversi rilevando come essi, ...
La normativa relativa ai Piani individuali di risparmio (PIR) e le Linee guida del Ministero dell’Economia e delle finanze utilizzano il termine “strumento finanziario” per individuare l’oggetto dell’investimento nel PIR. Tuttavia né la normativa, né le Linee guida offrono una precisa indicazione della nozione di strumento finanziario accolta ai fini PIR. Eppure essa assume una funzione ...
Nel 2018, le Istituzioni finanziarie italiane sono tenute ad inviare all’Agenzia delle Entrate il Reporting CRS relativo all’anno 2017, segnalando la clientela fiscalmente residente in uno dei Paesi aderenti al Common Reporting Standard. Nel presente scritto, dopo aver richiamato il vigente quadro normativo in materia, si riassumono brevemente le regole applicate per effettuare la due diligence ...
Il 1° gennaio 2019 la fattura elettronica debutterà nello scenario tributario nazionale anche nei rapporti tra soggetti “privati”. La necessità di contrastare i fenomeni evasivi nel settore dei carburanti ha, tuttavia, spinto il legislatore ad anticipare al 1° luglio 2018 l’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di carburanti per motori; tuttavia, all’ultimo istante, la fatturazione ...

Articolo rivista - SFEF - 2018/36

di Felice Paolo, Massarotto Stefano

La qualificazione delle polizze unit e index linked ai fini fiscali


Una recente pronuncia della Corte di Cassazione, ripresa in maniera impropriamente allarmistica dalla stampa quotidiana, ha destato nervosismo e preoccupazione nel mercato finanziario, riaccendendo il dibattito sulla qualificazione dei contratti assicurativi a prevalente contenuto finanziario. Con il presente contributo gli autori [1] riprendono le fila della giurisprudenza di merito e di legittimità, ...

Articolo rivista - SFEF - 2018/36

Quattrocchi Andrea

Il regime tributario dei proventi da peer to peer lending


La legge di bilancio per il 2018 ha aggiunto al primo comma dell’art. 44 Tuir, la lett. d ? bis ), introducendo una specifica previsione che ricomprende tra i redditi di capitale “i proventi derivanti da prestiti erogati per il tramite di piattaforme di prestiti per soggetti finanziatori non professionali” (c.d. peer to peer ). Allo stesso tempo, la novella ha previsto, a carico dei gestori ...
A seguito del recepimento in Italia della c.d. “Direttiva MiFID”, il Testo Unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria ha ricondotto l’attività di “consulenza in materia di investimenti” nell’ambito dei servizi e delle attività di investimento “principali” , definendola come “la prestazione di raccomandazioni personalizzate a un cliente, dietro sua richiesta ...