SFEF

2015/19

Secondo la Cassazione i trust scontano la “nuova” imposta sui vincoli di destinazione


Con alcune ordinanze di recente emanazione la Corte di Cassazione ha sostenuto la tesi secondo la quale la costituzione dei vincoli di destinazione, ivi compresi i trust, sono soggetti ad una “nuova” imposta indiretta, diversa da quella sulle successioni e donazioni, da applicare in misura proporzionale, indipendentemente dall’arricchimento di eventuali beneficiari. Le considerazioni della Corte, contrarie all’orientamento prevalente della giurisprudenza di merito, hanno suscitato le reazioni degli operatori che vi hanno ravvisato un’interpretazione non rispettosa del principio di capacità contributiva.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.