SFEF

2013/11

Chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate in sede di recepimento della direttiva UCITS IV


Il decreto legislativo 16 aprile 2012, n. 47 ha recepito le disposizioni per l’attuazione della Direttiva 2009/65/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 13 luglio 2009 (di seguito "Direttiva UCITS IV” o la "Direttiva”) concernente il coordinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative in materia di taluni organismi di investimento collettivo in valori mobiliari (OICVM)*. Tra gli istituti recepiti nell’ordinamento italiano con il decreto assume particolare rilevanza il cosiddetto "passaporto del gestore”, in base al quale le società autorizzate a prestare il servizio di gestione del risparmio (SGR) ai sensi della medesima Direttiva possono istituire e gestire OICVM armonizzati in altri Stati membri dell’Unione europea senza necessità di costituire in tali Stati una società di gestione. La circolare dell’Agenzia delle Entrate in commento disciplina e fornisce i chiarimenti in merito agli impatti fiscali conseguenti all’applicazione delle disposizioni previste dal recepimento della direttiva UCITS IV.

* Il suddetto decreto è stato pubblicato nel Supplemento Ordinario n. 86/L alla Gazzetta Ufficiale n. 99 del 28 aprile 2012. La Direttiva UCITS IV ha rifuso la Direttiva 85/611/CE del Consiglio del 20 dicembre 1985, apportando significative novità alla disciplina comunitaria vigente.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.