SFEF

2010/1

La presunzione di evasione in caso di violazione agli obblighi di monitoraggio


Con l’art. 12 del D.L. 1 luglio 2009, n. 78 – convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102 – si è inteso dotare l’Amministrazione finanziaria di un ulteriore strumento giuridico per prevenire e reprimere i fenomeni di illecito trasferimento da, verso e sull’estero. L’art. 12 introduce, “in deroga ad ogni vigente disposizione di legge”, in caso di violazione delle norme sul monitoraggio fiscale, una presunzione relativa disponendo che gli “investimenti e le attività di natura finanziaria”, laddove siano detenute in un Paese qualificato paradiso fiscale, si considerano “ai soli fini fiscali” costituiti “mediante redditi sottratti a tassazione”.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.

Indice

Archivio della rivista