SFEF

2011/4

La natura e gli effetti della dichiarazione riservata prevista nella disciplina del c.d. scudo fiscale ter


L'avvio della fase dei controlli da parte dell'Amministrazione finanziaria sugli adempimenti collegati alla fruizione delle disposizioni in materia di c.d. scudo fiscale ter , impone una riflessione riguardo alla natura ed agli effetti della dichiarazione riservata, la cui regolare presentazione costituiva un adempimento necessario a garantire il prodursi degli effetti collegati a questa particolare forma di regolarizzazione di un illecito commesso da parte del contribuente. Si tratta, invero, di una analisi i cui risvolti non sono esclusivamente teorici, coinvolgendo, piuttosto, specifici aspetti pratici che emergono con assoluta rilevanza proprio nella fase accertativa condotta da parte degli Uffici. Al riguardo, proprio la ricostruzione sistematica sulla natura della dichiarazione riservata permette di dimostrare, da un lato, la erroneità della presa di posizione dell'Agenzia delle Entrate sulla individuazione del momento in cui la stessa dichiarazione deve essere esibita e, dall'altro, di riflettere anche rispetto alla possibile rettificabilità della medesima.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.