SFEF

2011/4

La riforma della tassazione dei fondi comuni di investimento


Le disposizioni contenute nell’art. 2, commi da 62 a 84, del c.d. D.L. “Milleproroghe” hanno introdotto, a decorrere dal 1° luglio 2011, rilevanti modifiche al regime tributario dei fondi comuni di investimento italiani ed esteri. In particolare, per i fondi italiani e quelli lussemburghesi storici viene abrogato il regime di tassazione sul risultato maturato della gestione del fondo e prevista la tassazione in capo ai partecipanti al momento della percezione dei proventi. In relazione ai fondi esteri, le nuove disposizioni estendono il regime di tassazione previsto per i proventi derivanti dalla partecipazione a fondi comunitari armonizzati ai proventi derivanti dalla partecipazione a fondi non armonizzati istituiti negli Stati dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo inclusi nella white list e soggetti a forme di vigilanza nei Paesi esteri nei quali sono istituiti.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.