SFEF

2016/23

Dal FATCA al CRS: sinergie e differenze


La normativa CRS, in vigore dal gennaio 2016, costituisce “multilateralizzazione” della normativa FATCA promanante dal Governo USA, efficace dal luglio 2014: entrambe sono funzionali a reprimere l’evasione fiscale internazionale imponendo uno scambio di informazioni dei conti finanziari tra autorità governative, imponendo dettagliati e pervasivi obblighi di due diligence e reporting alle istituzioni finanziarie.#Pur presentando rilevanti sinergie e similitudini, le due normative presentano anche significative differenze, che hanno comportato e comporteranno necessari adattamenti al CRS delle procedure poste in essere a fini FATCA.#Ne esce un quadro normativo complesso, nel quale una volta di più gli intermediari sono chiamati  ad una difficile ponderazione tra rispetto delle normative, sostenibilità dei relativi costi e non pregiudizio delle relazioni commerciali con la clientela.#Le opinioni espresse nell’articolo sono esclusivamente riferibili all’autore del medesimo.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.