SFEF

2016/25

Un futuro incerto per il nuovo “falso in bilancio”


La riforma del reato delle false comunicazioni sociali (c.d. falso in bilancio”) ha sviluppato un intenso dibattito sia in dottrina, che in giurisprudenza. Sotto questo aspetto si è reso necessario l’intervento delle SS.UU. della Suprema Corte, ma, come si vedrà, non è assolutamente detto che si sia fatta definitiva chiarezza, dal momento che su molte fattispecie vi sarà sempre molto da discutere. A ciò si aggiunga una insidiosa conseguenza, derivante dalle verifiche fiscali in capo alle società di capitali.

Massimo Boidi, Vice-Presidente del Gruppo di Studio Enrico Gustarelli per la fiscalità d'impresa, Università Bocconi.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.