SFEF

2017/3

Il ruolo degli intermediari finanziari


La voluntary disclosure bis conferma e rafforza il ruolo dell’intermediario finanziario: da un lato, prevedendo l’obbligo del contribuente di aprire uno specifico conto vincolato sul quale andrà versata la liquidità contenuta nella cassetta di sicurezza oggetto di emersione; dall’altro, consentendo al dichiarante di andare esente dalla compilazione del quadro rw anche per gli anni 2016, 2017 e seguenti qualora conferisca ad intermediario italiano incarico di sostituto d’imposta sui redditi prodotti dai beni oggetto di disclosure. L’articolo mette in luce le attività che l’Intermediario italiano è chiamato a svolgere in dipendenza del mantenimento all’estero dei beni o del loro rimpatrio in Italia, sia esso fisico o solo giuridico.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.