SFEF

2018/35

Il ruolo del marchio quale “most valuable asset”, imprese bancarie e finanziarie nel panorama nazionale ed internazionale. Riflessi in materia di Patent Box


Il ruolo preminente degli asset immateriali nei sistemi economici di oggi, caratterizzati da mercati fortemente integrati e dinamici è stato evidenziato dall’OCSE e dalla letteratura economica e ha trovato un espresso riconoscimento in Italia mediante l’agevolazione fiscale del “Patent Box”. Tra i beni immateriali ricompresi nella prima applicazione dell’agevolazione, il marchio ha giocato un ruolo preminente, esercitando una forte attrattività, soprattutto con riferimento al settore bancario. La capacità del marchio nell’assicurare all’impresa visibilità e capacità di competere e svilupparsi nel tempo è particolarmente accentuata nel settore dei servizi bancari, caratterizzati dalla prevalenza dell’aspetto fiduciario e relazionale. In tale contesto, l’articolo analizza la letteratura economica relativa al marchio ed al suo ruolo partendo dai principali autori di riferimento, per concentrarsi successivamente sulla centralità del marchio nel settore bancario, in crescita a seguito della crisi finanziaria del 2008, evidenziandone gli effetti sull’agevolazione “Patent Box”.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.