SFEF

2018/36

Fondo di dotazione: recenti orientamenti giurisprudenziali


Nel verificare l’adeguatezza del fondo di dotazione (“free capital ”) delle stabili organizzazioni italiane di banche estere assumono particolare rilievo le metodologie applicate dai verificatori in sede di accertamento, generalmente orientate verso l’applicazione del Quasi Thin Capitalization Approach r ispetto alle metodologie “autorizzate” dall’OCSE, in base alle quali il fondo di dotazione viene determinato applicando i principi dell’ arm’s length previsti dalle Transfer Pricing Guidelines . Sebbene tale prassi accertativa abbia trovato l’avvallo della giurisprudenza, una recente pronuncia giurisprudenziale fornisce un interessante spunto di riflessione su tale approccio, che potrebbe influenzare i futuri accertamenti e le strategie difensive del contribuente.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI REGISTRATI