SFEF

2018/38

Il favor rei in materia antiriciclaggio. Le prime pronunce della Corte di Cassazione


L’art. 69, comma 1, del D. Lgs. 231/2007, come riformato dal D. Lgs. 90/2017, ha esteso alla materia antiriciclaggio il principio del favor rei. La novità legislativa ha generato un acceso contrasto giurisprudenziale, risolto di recente dalla Corte di Cassazione, in merito all’applicabilità e ai limiti temporali di utilizzo dell’istituto. In particolare, la Suprema Corte ha respinto gli argomenti a sostegno di una lettura restrittiva della norma in esame e ha confermato l’applicabilità del favor rei sia ai procedimenti amministrativi non ancora conclusi alla data di entrata in vigore della riforma, sia ai decreti sanzionatori già emessi, purché non definitivi.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.