News

17/12/2012

Inammissibile il rimborso di imposte versate per effetto della procedura dell'accertamento con adesione


La Corte di Cassazione, Sezione Tributaria, con ordinanza n. 19220 del 7 novembre 2012, ha ribadito il principio della immodificabilità dell'accertamento con adesione, anche in presenza di motivi nuovi. Il caso riguarda un accertamento con adesione che aveva definito una controversia in materia di imposte dirette: a seguito della scoperta di nuovi documenti il contribuente aveva presentato istanza di rimborso dei tributi pagati. La Suprema Corte ha ritenuto che, poiché contro l'accertamento definito per adesione é preclusa qualsiasi forma di impugnazione, risultano non proponibili anche eventuali istanze di rimborso in quanto rappresenterebbero "una surrettizia forma di impugnazione dell'accertamento" che, al contrario, considerata la ratio dell'istituto, deve ritenersi intangibile. Questa pronuncia della Cassazione conferma un costante orientamento del medesimo giudice di legittimità, nonché dei giudici di merito che si sono espressi in argomento.