News

10/12/2012

Assegnazione di azioni a dipendenti: la Risoluzione n. 103 del 2012


L'attribuzione di azioni ai dipendenti da parte della società datrice di lavoro costituisce reddito in natura tassabile come reddito di lavoro dipendente.  Nella fattispecie esaminata, la società, in occasione di un aumento di capitale, intende assegnare ad una parte dei propri dipendenti azioni di valore superiore ai conferimenti in denaro effettuati dagli stessi, mentre agli altri azionisti verranno attribuite azioni in misura inferiore ai conferimenti ricevuti. Secondo il parere della società, il valore delle azioni attribuite ai dipendenti, per la parte che eccede l'ammontare  dei conferimenti, non costituisce fringe benefit perché l'assegnazione delle azioni è svincolata dal loro apporto lavorativo ed è disciplinata soltanto dal rapporto societario. L'Agenzia, invece, ha ribadito il principio di onnicomprensività in base al quale tutte le somme ed i valori corrisposti in relazione al rapporto di lavoro sono soggetti a tassazione come redditi di lavoro dipendente.

download (2)