News

16/07/2012

Agevolazione per il risparmio energetico, Norma di comportamento n. 184/E di luglio 2012


La detrazione del 55% per gli interventi volti  al  risparmio energetico, prevista dall’art. 1, commi 344 e seguenti, della L. n. 296/06 (Finanziaria 2007) e  dal  D.M. 19/02/2007, (estesa dal “Decreto Crescita”, nella misura ridotta del 50%, anche al periodo dal 1 gennaio 2013 al 30 giugno 2013) spetta a chi sostiene la spesa dell’intervento,  qualunque  sia  la  categoria  catastale  dell’unità immobiliare interessata e la tipologia di contribuente (persona  fisica  o società), anche  ove lo stesso sia titolare di reddito d’impresa. Non sarebbe quindi corretta la impostazione sostenuta dalla Risoluzione Agenzia delle Entrate n. 340/E del 2008, secondo cui, nel caso di spesa sostenuta da un soggetto titolare di reddito di impresa su immobili adibiti a locazione (come quelli delle società immobiliari di gestione) la detrazione spetta solo all’utilizzatore, ossia al conduttore dell’immobile. 

images (9)