News

30/07/2019

RICONOSCIMENTO DI COSTI RELATIVI AD OPERAZIONI IN PAESI BLACK LIST


La giurisprudenza di merito in ordine al riconoscimento di costi relativi ad operazioni intervenute in Paesi black list

La Commissione tributaria provinciale di Milano con sentenza n. 1838/01/2019 ha ribadito come, anche per i periodi d’imposta anteriori al 2016, il sostenimento di costi relativi a operazioni intervenute con Paesi black list (laddove ne sia dimostrata l’effettività e l’interesse economico) non può comportare alcuna indeducibilità e neppure l’applicazione di sanzioni.

Ebbene, il caso di specie risulta rilevante per l’applicazione del c.d. favor rei alle irregolarità commesse prima dell’abrogazione della disposizione (articolo 110, c. 10 e c. 11, TUIR).

Secondo i Giudici milanesi, infatti, l’abrogazione della disciplina ha eliminato “un trattamento discriminatorio in tema di deducibilità, che comporta violazione di principi costituzionali e che impone un onere probatorio spesso 'impossibile'".

Accertamento