News

06/10/2020

IVA in materia di e-commerce: nuove norme e Note esplicative


Il 30 settembre 2020, la Commissione europea ha pubblicato le Note esplicative sulle novità IVA in materia di commercio elettronico, con lo scopo di supportare le imprese e, in particolare, le PMI a comprendere gli obblighi IVA derivanti da operazioni transfrontaliere effettuate nei confronti di privati consumatori stabiliti nell’UE. Come si ricorderà, le novità sono principalmente contenute nelle direttive 2017/2455/UE e 2019/1995/UE che, in base alle previsioni originarie, avrebbero dovuto applicarsi a partire dal 1 gennaio 2021. Tuttavia, a causa delle misure adottate per fronteggiare l’emergenza sanitaria da Covid-19, l’applicazione della nuova normativa IVA e-commerce è stata posticipata di sei mesi, sicché essa troverà applicazione a partire dal 1 luglio 2021.

La Commissione europea mira a semplificare gli obblighi IVA per le società che effettuano vendite transfrontaliere di beni o servizi (principalmente online) ai consumatori finali, nonché ad assicurare che l’IVA su tali forniture sia pagata correttamente allo Stato membro in cui avviene la fornitura, in linea con il principio della tassazione nello Stato membro di destinazione.

Dunque, nella prospettiva di semplificare gli obblighi per le imprese comunitarie operanti nell’e-commerce e di rafforzare il mercato unico UE, viene prevista: i) implementazione dell’attuale MOSS (Mini One Stop Shop); ii) l’estensione del regime speciale MOSS alla generalità delle prestazioni di servizi B2C, alle vendite a distanza intracomunitarie di beni, nonché a determinate cessioni nazionali di beni; iii) la sostituzione delle attuali soglie previste per l’applicazione del regime delle vendite a distanza con un’unica soglia unionale di 10.000 euro; iiii) l’abolizione dell’esenzione IVA prevista per le importazioni di beni di valore trascurabile.

Inoltre, un ruolo centrale è previsto per le c.d. piattaforme digitali, ossia per i soggetti che facilitano le forniture attraverso l’uso di piattaforme elettroniche, nei confronti dei quali saranno introdotte speciali previsioni.

e commerce