News

08/03/2021

Società e trust: comunicazione dei dati di titolari effettivi entro il 15 marzo 2021


Via libera del Garante della privacy alla comunicazione dei dati di titolari effettivi di società e trust entro il 15 marzo 2021

 

Con parere del 14 gennaio 2021 il Garante della privacy ha ritenuto complessivamente privo di criticità il decreto – volto a dare attuazione alla Direttiva UE 2018/843 (c.d. “V Direttiva Antiriciclaggio”), che modifica la Direttiva UE 2015/849 (c.d. “IV Direttiva Antiriciclaggio”), relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario ai fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo – adottato ai sensi dell’art. 21, co. 5, del d.lgs. 21 novembre 2007, n. 231, come modificato dai decreti legislativi 25 maggio 2017 n. 90 e 4 ottobre 2019, n. 125.

Lo schema di decreto - che si compone di 11 articoli – detta disposizioni in materia di comunicazione, accesso e consultazione dei dati e delle informazioni relative alla titolarità effettiva di imprese dotate di personalità giuridica, di persone giuridiche private, di trust produttivi di effetti giuridici rilevanti a fini fiscali e istituti giuridici affini al trust per finalità di prevenzione e contrasto dell'uso del sistema economico e finanziario a scopo di riciclaggio e di finanziamento  del terrorismo.

Lo schema tiene conto della definizione di titolare effettivo presente all’art. 1, co. 2, lett. u), del citato d.lgs. n. 231 del 2007, ossia “la persona o le persone fisiche che, in ultima istanza, possiedono o controllano il cliente nonché la persona fisica per conto della quale è realizzata un’operazione o un’attività”.

Al suo art. 2 lo schema prevede che le modalità di rilascio di certificati e copie relativi alle informazioni sulla titolarità effettiva consultabili nell'apposita sezione del Registro delle imprese siano disciplinate ai sensi dell'art. 18 della legge 29 dicembre 1993, n. 580 e dell'art. 24 del d.P.R. 7 dicembre 1995, n. 581 (art. 2, co. 1) e che la comunicazione dei dati al medesimo Registro avvenga con le modalità e nei termini di cui all’unito allegato tecnico. I dati comunicati al Registro sono resi disponibili, per un periodo di 10 anni, in apposite sezioni del medesimo (comma 2).

All’art. 3 è stabilito che gli amministratori delle imprese dotate di personalità giuridica acquisiscano i dati e le informazioni inerenti alla titolarità effettiva dell’impresa – indicati espressamente all’articolo 4 dell’articolato – e li comunichino all’ufficio del Registro delle imprese entro il 15 marzo 2021, attraverso la comunicazione unica d'impresa, per la loro iscrizione e conservazione nella pertinente sezione del Registro.

Si prevede, infine, che le informazioni sulla titolarità effettiva di imprese dotate di personalità giuridica e di persone giuridiche private, presenti nel registro delle imprese, siano accessibili al pubblico dietro pagamento dei diritti di segreteria, secondo le modalità indicate nell'allegato tecnico. L'accesso ha ad oggetto il nome, il cognome, il mese e l'anno di nascita, il paese di residenza e la cittadinanza del titolare effettivo e le condizioni da cui deriva lo status di titolare effettivo, ai sensi dell'articolo 20 del d.lgs. 231 del 2007.

iStock-482644039