News

25/10/2021

Titolo di Stato per sostenere la crescita del Paese


La quarta emissione, la seconda del 2021 dopo quella di aprile, prosegue l’obiettivo di supportare l’economia nazionale. I suoi proventi vengono interamente dedicati a finanziare gli interventi adottati nel corso dell’anno per la crescita economica del Paese.

Il titolo verrà collocato sul mercato da lunedì 8 novembre a venerdì 12 novembre 2021 (fino alle ore 13.00), salvo chiusura anticipata. Verranno comunque garantiti almeno tre giorni interi di collocamento.

La novità del quarto BTP Futura è la durata, pari a 12 anni, invece dei 16 anni del precedente collocamento. Come per i precedenti BTP Futura, è previsto un premio fedeltà, collegato alla crescita dell’economia nazionale durante il periodo di vita del titolo. Come nella terza emissione, il pagamento del premio avverrà in due momenti diversi.

È previsto, infatti, che alla fine dei primi otto anni di vita del titolo l’investitore che avrà detenuto il BTP Futura sin dall’emissione avrà diritto a un premio intermedio con un minimo pari allo 0,4% del capitale investito, fino ad un massimo dell’1,2%, pari al 40% della media del tasso di crescita annua del PIL nominale registrata dall'anno di emissione del titolo all'anno precedente la scadenza dei primi otto anni di vita del titolo.

Alla scadenza finale del titolo, trascorsi i quattro anni dal premio intermedio, unicamente agli investitori che avranno continuato a detenerlo senza soluzione di continuità dall’emissione fino alla scadenza, verrà corrisposto il premio finale che includerà due componenti: la prima pari al restante 60% della media del tasso di crescita annua del PIL nominale registrata nei primi otto anni di vita del titolo, con un minimo dello 0,6% fino ad un massimo dell’1,8% del capitale investito; la seconda pari al 100% della media del tasso di crescita annua del PIL registrato dal nono al dodicesimo anno, con un minimo dell’1% ed un massimo del 3% del capitale investito.

GB