Attualità

11/06/2019

INCOSTITUZIONALITÀ DELLA ROBIN TAX


La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 140 del 6 giugno 2019, ha chiarito che l’illegittimità costituzionale dell’art. 81, commi da 16 a 18, d.l. n. 112 del 2008, conv., con modif., dalla l. n. 133 del 2009, il quale aveva introdotto la nota “Robin Tax”, già dichiarata dalla Consulta con la sentenza n. 10 del 2015, produce i suoi effetti a decorrere dal giorno successivo alla pubblicazione di tale sentenza nella G.U., avvenuta l’11 febbraio 2015.

La stessa Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 32716 del 2018, aveva confermato la decorrenza futura della decisione, limitando così temporalmente gli effetti solo dal 12 febbraio 2015.

Sulla scorta della posizione espressa dalla Corte di Cassazione, la Corte Costituzionale ha ulteriormente ribadito che il diritto al rimborso spetta solo per l’imposta corrisposta dal 12 febbraio 2015, così escludendo possibili diverse interpretazioni e confermando che per il passato la Robin Tax versata dalle società, benché incostituzionale, non sarà oggetto di rimborso.

 

ROBIN TAX