Attualità

31/03/2021

La Circolare sull’Imposta sui Servizi Digitali


Il 23 marzo 2021 l’Agenzia delle entrate ha pubblicato la Circolare n. 3, mediante la quale sono stati forniti importanti chiarimenti interpretativi in merito all’imposta sui servizi digitali, a fronte dei contributi pervenuti in esito alla procedura di consultazione pubblica cui era stato sottoposto il Provvedimento attuativo dell’imposta stessa.

Trattando i numerosi argomenti di interesse procedendo per aree tematiche omogenee e in coerenza rispetto al contenuto delle disposizioni di legge e del Provvedimento ministeriale Prot. n. 13185/2021, pubblicato il 15 gennaio 2021 – sono dunque state fornite delucidazioni in merito:

a) all’ambito di applicazione soggettivo dell’imposta, con particolare riguardo alle modalità di verifica del superamento delle soglie, alla nozione di gruppo e a taluni aspetti definitori contenuti nel Provvedimento;

b) all’ambito di applicazione oggettivo dell’imposta, soffermandosi sul contenuto dei servizi digitali ad essa soggetti ed i servizi esclusi;

c) alle modalità di calcolo della base imponibile, anche al fine di evitare duplicazioni impositive, con illustrazione dei metodi di geolocalizzazione ai fini della determinazione dei ricavi imponibili;

d) agli adempimenti gravanti sui soggetti passivi dell’imposta, con particolare riguardo agli aspetti dell’identificazione, della tenuta della contabilità, del versamento, della dichiarazione e della richiesta di rimborso;

e) al rapporto tra l’imposta e le Convenzioni contro le doppie imposizioni concluse dall’Italia;

f) al trattamento a fini delle imposte sui redditi e dell’Irap.

 

SD