Attualità

01/07/2021

Società di comodo e società in perdita sistematica, il periodo d'imposta 2020


Chiarimenti sull'applicazione dei limiti di operatività per le società di comodo e per le società in perdita sistematica per il periodo d'imposta 2020

La risposta ad interrogazione parlamentare n. 5-06289del 23 giugno 2021 chiarisce che l’Agenzia delle Entrate valuterà caso per caso, in base alle previsioni rispettivamente recate dall'art. 30, co. 4-bis, della legge n. 724 del 1994 e dall'art. 2, co. 36-decies, del D.L. n. 138 del 2011, gli interpelli presentati ai sensi dell'articolo 11, co. 1, lett.b), della legge n. 212 del 2000, da parte delle società che intendano dimostrare come l'emergenza epidemiologica abbia oggettivamente reso impossibile il conseguimento dei ricavi, degli incrementi di rimanenze e dei proventi nonché del reddito, ovvero non abbia consentito di effettuare le operazioni rilevanti ai fini dell'imposta sul valore aggiunto di cui al precedente co. 4 dell'art. 30 della legge n. 724 del 1994.

Gli onorevoli interroganti chiedevano, tra l'altro, chiarimenti in merito all'operatività della causa di disapplicazione riferita alle "società per le quali gli adempimenti e i versamenti tributari sono stati sospesi o differiti da disposizioni normative adottate in conseguenza della dichiarazione dello stato di emergenza ai sensi dell'articolo 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225".

La risposta, non intervenendo sul punto, sembra implicitamente ritenere non valida la suddetta causa.

iStock-1301188749