Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 24

L’art. 20 del D.Lgs. n. 91 del 2014 ha modificato l’art. 4 del D.Lgs. n. 38 del 2005 ampliando l’ambito dei soggetti che hanno la facoltà di adottare i principi contabili internazionali IAS/IFRS nella redazione del bilancio di esercizio. Di fatto, per effetto di questa modifica, la possibilità di adottare gli IAS/IFRS nel bilancio di esercizio rimane preclusa alle sole società che redigono ...

Articolo rivista - SFEF - 2016/22

Portalupi Antonella

Riforma contabile 2016: novità in vista per gli strumenti finanziari


A partire dal 1° gennaio 2016 è entrato in vigore il DLgs 139/2015 che ha apportato numerose modifiche al codice civile con riferimento alle disposizioni di redazione del bilancio di esercizio. Il decreto recepisce la Direttiva 2013/34 con l’obiettivo di rendere maggiormente trasparenti i bilanci delle imprese europee e consentire alle PMI un risparmio sui costi di informativa. Le nuove disposizioni ...

Articolo rivista - SFEF - 2016/26-27

Turris Alessandro, Montori Emanuela

Novità in materia di strumenti finanziari derivati destinati alle relazioni di copertura


A seguito dell’entrata in vigore del D.Lgs. 139/2015 e delle modifiche apportate al Codice Civile, il nuovo OIC 32, in corso di approvazione, affronta le relazioni di copertura ed i rispettivi modelli contabili nonché i requisiti che dovranno essere soddisfatti affinché una relazione di copertura qualifichi come efficace. L’articolo affronta alcuni aspetti caratteristici e propedeutici ...

Articolo rivista - SFEF - 2016/26-27

Casò Michele

Attività finanziarie, passività finanziarie e strumenti finanziari derivati


A causa delle modifiche al Codice Civile in materia di bilancio in vigore dal 2016, risulterà fondamentale, ai fini di una corretta predisposizione del Bilancio (e della relativa fiscalità) individuare correttamente e distinguere le attività finanziarie e le passività finanziarie (da misurarsi al costo ammortizzato) dagli strumenti finanziari derivati (da misurarsi a fair value ).#Al principio ...
In questo lavoro si studia, dal punto di vista dell’analisi finanziaria, il problema di come giudicare l’equità del valore di uno strumento finanziario derivato. Si considera, in particolare, il derivato del tipo collar swap a lungo termine, che rappresenta una categoria di derivati che è stata oggetto, in questi ultimi anni, di numerose operazioni di finanza derivata da parte di enti locali ...
L’articolo prende in esame la tesi tradizionale secondo la quale gli strumenti finanziari emessi dalle s.p.a. si differenziano in dipendenza del grado di partecipazione al rischio d’impresa, per giungere ad affermare che, nel quadro normativo derivante dalla riforma del diritto societario, tale aspetto non rappresenti più l’elemento decisivo per distinguere le diverse nozioni di strumenti finanziari. ...
L’articolo si propone di esaminare, in chiave interdisciplinare, le "obbligazioni bancarie speciali", meglio note nella prassi come "Tremonti Bond", introdotte nell’ordinamento italiano nel contesto delle misure anti-crisi emanate tra il 2008 e il 2009. In particolare, dopo aver passato in rassegna nel primo paragrafo del contributo le caratteristiche peculiari e innovative di tali strumenti finanziari ...

Articolo rivista - SFEF - 2021/50

Manuti Nicola

PIR - Evoluzione della disciplina


Il regime agevolato dei Piani Individuali di Risparmio mira a convincere le famiglie e gli enti di previdenza, compresi i Fondi Pensione, ad investire nel “rischio Italia” e, al contempo, a favo­rire lo sviluppo dei mercati finanziari nazionali, in termini sia di dimensioni sia di liquidità. Accanto ai PIR di prima generazione, nel Decreto “Rilancio” sono comparsi i PIR “alternativi”, ...
L’articolo cerca di affrontare in maniera sintetica alcuni nodi ed alcune ambiguità nelle analisi di capital budgeting in pre­senza di incentivi sul costo del debito. Si esamina in particolare l’impatto di essi sul costo del capitale, evidenziando alcuni possibili errori in sede di valutazione. Tali errori si verificano se si confondono la generazione del valore e la ripartizione di esso tra ...
La Corte di Giustizia, con sentenza del 30 aprile 2020, causa C-565/18, ha affermato la compatibilità comunitaria della disciplina italiana dell’imposta sulle transazioni finanziarie (c.d. “Tobin tax”) applicata agli strumenti derivati. Tale imposta è disciplinata dall’art. 1, comma 492, Legge 228/2012. L’arresto si segnala, oltre che per il contenuto della decisione, fondata sull’analisi ...