Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 16

Il mercato italiano ha registrato una domanda crescente di prestazioni legali e, più diffusamente, professionali, inerenti operazioni fiduciarie. Questa domanda si è tradotta, in larga misura, nella ricerca di soluzioni basate sul ricorso al trust. Con l’entrata in vigore della Convenzione sulla legge applicabile ai trusts e sul loro riconoscimento, adottata a L’Aja il 1° luglio 1985 e ratificata ...

Articolo rivista - SFEF - 2011/4

Vedana Fabrizio

Il contratto di fiducia


Il presente contributo analizza la legge comunitaria per l’anno 2010 che contiene la disciplina del cosiddetto contratto di fiducia con il quale il fiduciante trasferisce diritti, beni o somme di denaro specificamente individuati in forma di patrimonio separato ad un fiduciario che li amministra, secondo uno scopo determinato, anche nell’interesse di uno o più beneficiari determinati o determinabili. ...

Articolo rivista - SFEF - 2011/3

Vedana Fabrizio

Trust: nuovi chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate


L'agenzia delle entrate il 27 dicembre scorso ha emanato la risoluzione n. 61 con la quale definisce meglio i "confini" fiscali del trust. Particolare attenzione viene posta all'attribuzione di eccessivi poteri in capo al disponente ed ai beneficiari. Il provvedimento, infatti, chiarisce che i beni facenti parte del patrimonio del trust non possono continuare ad essere a disposizione del disponente ...

Articolo rivista - SFEF - 2011/5

Antonini Massimo

Il trust di partecipazioni in ambito familiare


Il presente contributo analizza la progressiva sensibilizzazione registrata, sia in sede europea sia in sede interna, in merito al c.d. “passaggio generazionale dell’impresa” il quale, come noto, attiene alla vicenda successoria che interessa le c.d. aziende di famiglia. Si tratta quindi delle realtà imprenditoriali per lo più di piccole e medie dimensioni, caratterizzate dall’impronta prettamente ...
Con la sentenza in commento la Suprema Corte, ribadendo le statuizioni di principio già contenute nella precedente sentenza n. 21614 del 2016, sembrerebbe non “condividere” la tesi della “nuova imposta” sui vincoli di destinazione dalla stessa precedentemente elaborata. In particolare, viene precisato che l’effetto segregativo, di per sé, è improduttivo di effetti traslativi in senso ...

Articolo rivista - SFEF - 2015/19

Araldi Fabio, Mercanti Giovanni

Secondo la Cassazione i trust scontano la “nuova” imposta sui vincoli di destinazione


Con alcune ordinanze di recente emanazione la Corte di Cassazione ha sostenuto la tesi secondo la quale la costituzione dei vincoli di destinazione, ivi compresi i trust, sono soggetti ad una “nuova” imposta indiretta, diversa da quella sulle successioni e donazioni, da applicare in misura proporzionale, indipendentemente dall’arricchimento di eventuali beneficiari. Le considerazioni della Corte, ...
Il contratto di affidamento fiduciario è stato per la prima volta specificamente individuato nel nostro ordinamento (unitamente al trust e ai vincoli di destinazione ex art. 2645-ter del cod. civ.) dalla Legge n. 112 del 22 giugno 2016 (c.d. del “Dopo di Noi”) quale tipologia di negozio giuridico utilizzabile per realizzare progetti di vita espressamente dedicati a persone con disabilità.#Il ...

Articolo rivista - SFEF - 2020/47

Righini Alberto

Trust ed imposte indirette: un rapporto comunque difficile


La disciplina nelle imposte indirette del Trust ha avuto diverse interpretazioni, tra prassi, dottrina, giurisprudenza di merito e di legittimità. Una babele che fin qui ha sconfortato gli operatori disincentivando, sul piano fiscale, l’utilizzo di un istituto particolarmente flessibile e, come tale, adatto a diverse circostanze. Ancora ad oggi non si è arrivati ad una visione condivisa tra tutti ...
Il regime impositivo dei dividendi ritratti dal trustee al quale siano affidate partecipazioni in società di capitali varia considerevolmente a seconda che il trustee sia qualificabile quale ente commerciale o non commerciale.#Illustrate le ragioni per le quali questo negozio si può rivelare idoneo a predisporre un adeguato assetto per la continuità intergenerazionale della ricchezza produttiva ...
Con la Risposta ad interpello n. 513 dell’11 dicembre 2019 l’Agenzia delle entrate ha avuto l’occasione di pronunciarsi in merito a quella peculiare tipologia di trust disciplinata dalla l. n. 112 del 2016 e volta ad assicurare la tutela di soggetti affetti da “grave disabilità”, ai sensi della l. n. 104 del 1992.#L’interpretazione ministeriale, sebbene apparentemente conforme al dato ...