Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 15

Tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014 sono state apportate numerose ed incisive modifiche alla disciplina dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio-lungo termine. In particolare, tale disciplina è stata resa opzionale, è stata normativamente chiarita la portata dell’effetto sostitutivo ed è stata estesa l’applicabilità dell’imposta sostitutiva sia ai finanziamenti erogati ...
Il regime fiscale del risparmio gestito è spesso considerato penalizzante a causa dell’applicazione del prelievo in base della maturazione piuttosto che al realizzo del reddito. In realtà, l’applicazione dell’imposta su una base imponibile costituita dal risultato complessivo netto dell’attività gestione, presenta notevoli vantaggi e punti di interesse, tali da far ritenere, anche in un’ottica ...
Il presente elaborato mira, auspicabilmente, a richiamare l’attenzione del legislatore sull’urgenza di consentire la regolarizzazione delle scritture contabili, in assenza di ripercussioni civilistiche e penali nel contesto della collaborazione volontaria “nazionale”. Vengono analizzate, senza alcuna pretesa di esaustività, le criticità sollevate dal vuoto legislativo in materia, unitamente ...

Articolo rivista - SFEF - 2016/24

Dezzani Luca

L’antieconomicità dei comportamenti aziendali


La Cassazione ha – di fatto – inserito nel nostro ordinamento tributario il principio dell’economicità delle scelte imprenditoriali. La sproporzione del costo dedotto dall’impresa rispetto al valore normale di cui all’art. 9 del TUIR appare come un logico indizio attestante l’antieconomicità dell’operazione. Secondo la giurisprudenza di legittimità, dinnanzi a condotte contrarie ai ...

Articolo rivista - SFEF - 2018/37

Parisotto Renzo

I dubbi che accompagnano la miny voluntary


Approssimandosi la scadenza della c.d. Mini-voluntary introdotta dall’art. 5 septies del D.L. 148/2017 sono stati di recente pubblicati il Provvedimento di approvazione del modello di richiesta nonché la Circolare AdE 12/E/2018 che illustra, non senza qualche apparente lacuna, la normativa i cui esiti in termini di gettito secondo gli operatori non appaiono significativi.