Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 6

Tra gli strumenti finanziari maggiormente impiegati per ovviare ai rischi sottesi alle operazioni commerciali figura il contratto di forward su valute, ossia un accordo negoziato al di fuori dei mercati regolamentati in cui i contraenti decidono di acquistare o vendere valuta in un momento futuro ed a un prezzo preventivamente stabilito. Il presente studio si pone l’obiettivo di individuare quali ...
L’art. 1, comma 948, della Legge n. 145/2018 (cd. Legge di bilancio 2019) ha concesso nuovamente l’opportunità, ai soggetti che adottano i principi contabili internazionali IAS/IFRS, di riallineare fiscalmente i maggiori valori dei beni d’impresa e delle partecipazioni immobilizzate. Il riallineamento dovrebbe riguardare, quindi, le divergenze contabili derivanti dall’applicazione del revaluation ...

Articolo rivista - SFEF - 2019/41

Amatimaggio Francesca, Acunzo Giorgio, Abate Ettore

IFRS 16, novità e prima applicazione per banche e istituzioni finanziarie


Il principio contabile internazionale IFRS 16 ‘Leases’ entra in vigore a partire dal primo gennaio 2019. Il contributo si propone di sintetizzare la guida di prima applicazione inclusa nello standard avendo a riferimento i possibili impatti teorici per le banche e istituzioni finanziarie.

Articolo rivista - SFEF - 2016/23

Rossetti Davide Attilio

Il contrasto ai fenomeni elusivi nell’economia digitale


La crescita, anzi il dilagare, dell’economia digitale mette alla prova la struttura stessa della tassazione transnazionale. La nozione di stabile organizzazione elaborata dalla teoria classica della fiscalità internazionale richiede un minimo nesso materiale o personale con la giurisdizione che pretende l’imposizione. L’economia digitale è in grado di stabilire rapporti coi consumatori di ...
Il 9 dicembre 2016 sono state emanate, dalla Banca d’Italia, le disposizioni relative a «Il bilancio degli intermediari IFRS diversi dagli intermediari bancari», tra cui sono annoverati gli operatori di credito al consumo iscritti all’albo unico di cui all’art. 106 TUB. L’occasione è propizia per discorrere degli schemi di bilancio e dell’operatività delle società di credito al consumo, ...
Dal 3 Luglio 2016 sono in vigore le linee guida ESMA sui criteri per la presentazione degli IAP (Indicatori Alternativi di Performance) nelle informazioni regolamentate e nei prospetti, il rispetto delle quali figura tra le priorità di vigilanza delle National Competent Authorities per i bilanci 2016. Alla vigilia dell’entrata in vigore delle suddette linee guida, permane la presenza di prassi ...