Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 15

Chiamata a esprimersi sugli effetti prodotti dall’impegno al riacquisto dei titoli obbligazionari sul sistema di applicazione delle ritenute alla fonte da parte degli emittenti/intermediari, l’Agenzia delle entrate individua nella mancata anticipazione della scadenza originaria del prestito, unita all’impegno ad tempus della circolazione dei relativi titoli, le condizioni cui subordinare la ...
Nel presente contributo vengono esaminati i diversi profili di criticità delle soluzioni interpretative condivise dalla Suprema Corte nella pronuncia in commento relativamente ad alcune delle principali problematiche poste dalla disciplina degli accertamenti bancari. Difatti, in tale pronuncia viene confermato l’orientamento giurisprudenziale (non condivisibile) che riconosce natura di presunzione ...

Articolo rivista - SFEF - 2011/3

Amendola Provenzano Valentino, di Felice Paolo

Il regime delle ritenute e delle imposte sostitutive sulle rendite finanziarie


Gli intermediari finanziari, nello svolgere la funzione di sostituto d’imposta in relazione ai redditi che derivano alla propria clientela dagli strumenti finanziari, sono chiamati ad applicare una congerie di norme succedutesi nel tempo senza un disegno organico e caratterizzate da un lessico spesso incoerente. Il presente contributo, nello scorrere la casistica, si propone di evidenziare come, ...

Articolo rivista - SFEF - 2011/2

Quattrocchi Andrea

Soggetti non residenti e rimborso d’imposta sulle plusvalenze su partecipazioni


Non spetta il rimborso dell’imposta sostitutiva applicata dall’intermediario italiano sulle plusvalenze relative a partecipazioni depositate su conto omnibus, qualora l’intermediario non residente titolare del conto non abbia presentato o inoltrato all’intermediario la dichiarazione che attesti sia l’identità dei soggetti effettivi beneficiari delle cessioni, sia la loro residenza all’estero ...
Nella sentenza in commento la Suprema Corte per la prima volta – ed in controtendenza ad orientamento consolidato in senso contrario – afferma l’applicabilità agli intermediari finanziari iscritti nell’elenco speciale di cui all’art. 107 del D.Lgs. n. 385/1993 (Testo Unico delle Leggi Bancarie - TULB) dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui agli art. 15 e seguenti D.P.R. n. ...
Con il d.l. n. 133 del 2013 il legislatore ha introdotto l’obbligo per gli intermediari operanti nel regime del risparmio amministrato che applicano l’imposta sostitutiva di cui all’articolo  5 del d.lgs. 21 novembre 1997, n. 461, di versare entro il 16 dicembre di ciascun anno un importo, a titolo di acconto, pari al 100 percento dell’ammontare complessivo dei versamenti dovuti nei primi ...

Articolo rivista - SFEF - 2014/15

Imbimbo Quirino W., Schiavini Simone S.

Il nuovo regime dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio/lungo termine


Nell’arco temporale di pochi mesi è stata introdotta una vera e propria riforma del regime dell’imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio/lungo termine che ne ha ampliato l’ambito soggettivo ed oggettivo, prevedendone l’applicazione su base opzionale. Con il presente contributo, oltre a fornire una descrizione delle nuove disposizioni, intendiamo svolgere alcune riflessioni, in particolare, ...

Articolo rivista - SFEF - 2018/37

Parisotto Renzo

I dubbi che accompagnano la miny voluntary


Approssimandosi la scadenza della c.d. Mini-voluntary introdotta dall’art. 5 septies del D.L. 148/2017 sono stati di recente pubblicati il Provvedimento di approvazione del modello di richiesta nonché la Circolare AdE 12/E/2018 che illustra, non senza qualche apparente lacuna, la normativa i cui esiti in termini di gettito secondo gli operatori non appaiono significativi.

Articolo rivista - SFEF - 2016/24

Dezzani Luca

L’antieconomicità dei comportamenti aziendali


La Cassazione ha – di fatto – inserito nel nostro ordinamento tributario il principio dell’economicità delle scelte imprenditoriali. La sproporzione del costo dedotto dall’impresa rispetto al valore normale di cui all’art. 9 del TUIR appare come un logico indizio attestante l’antieconomicità dell’operazione. Secondo la giurisprudenza di legittimità, dinnanzi a condotte contrarie ai ...

Articolo rivista - SFEF - 2017/29

Facchin Luigi

Il costo ammortizzato nella valutazione di crediti e debiti


Nel sistema delle norme nazionali regolanti l’informativa di bilancio, il rinvio alle definizioni contenute nei principi contabili internazionali è stato reso più significativo dalla riforma portata dal D.Lgs. 139/2015. Di conseguenza, la migliore prassi professionale nazionale, rappresentata dai principi contabili emanati dall’Organismo Italiano di Contabilità, non può non trovare la propria ...