Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 14

La Circolare 26 maggio 2011, n. 23/E fornisce alcuni importanti chiarimenti riguardanti la applicazione della normativa CFC agli operatori del settore finanziario. L’art. 167, comma 5-bis, introdotto dall’art. 13 del D.L. 78/2009, prevede che la c.d. prima esimente, relativa all’esercizio di effettiva attività industriale o commerciale, di cui alla lett. a) del comma 5, non operi qualora i ...

Articolo rivista - SFEF - 2020/49

Pozzi Franco, Paccamiccio Daniela , Parni Maurizio


 ">Obbligazioni convertibili: trattamento contabile e fiscale per il sottoscrittore

 


L’OIC 32 contiene un trattamento contabile specifico per l’emittente obbligazioni convertibili ed in particolare per i derivati in esse incorporati; nulla prevede invece per quanto riguarda il sottoscrittore. Lo stesso potrebbe pertanto seguire due differenti approcci: applicare le stesse regole previste per l’emittente e dunque non procedere ad alcuna valutazione successiva del derivato (dopo ...
Con la recente risposta ad interpello n. 537 del 9 novembre 2020, l’Agenzia delle entrate ha precisato che le OPAS, caratterizzate da uno scambio azionario mediante conferimento e da un corrispettivo in denaro, non sono soggette al regime del “realizzo controllato” di cui all’art. 177, co 2, TUIR, trovando viceversa applicazione la regola generale di realizzo al valore normale prevista dall’art. ...
La recente Risposta n. 291/E/2020 dell’Amministrazione finanziaria affronta la qualificazione e il trattamento fiscale delle obbligazioni ibride emesse da società non regolamentate (“corporate hybrid bond”) che vengono contabilizzate come strumenti di capitale in base ai principi contabili internazionali, confermandone la qualificazione quali “titoli similari alle obbligazioni” ai fini ...