Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 397

Articolo rivista - SFEF - 2011/3

Cuccia Stefano

La revisione della MiFID


La Commissione Europea sta lavorando ad una riforma organica del settore finanziario, molto incisiva, complessa e articolata. La MiFID Review, ovvero la proposta di revisione concernente la Direttiva MiFID dedicata ai mercati degli strumenti finanziari, occupa un posto di particolare rilievo nell’ambito dell’azione di riforma complessiva. Di recente la Commissione ha pubblicato un documento di ...

Articolo rivista - SFEF - 2011/3

Busani Angelo

Le “donazioni indirette” e l’imposta di donazione


Il presente contributo intende chiarire le modalità di procurare incremento nel patrimonio altrui attraverso schemi di donazione sia formali che indiretti per sottolineare come, nell’uno e nell’altro caso, tali fattispecie siano equiparabili sotto il profilo del trattamento civilistico. In questo solco si è indirizzato anche il legislatore fiscale che, dato l’aumento del fenomeno delle donazioni ...

Articolo rivista - SFEF - 2011/3

Vedana Fabrizio

Trust: nuovi chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate


L'agenzia delle entrate il 27 dicembre scorso ha emanato la risoluzione n. 61 con la quale definisce meglio i "confini" fiscali del trust. Particolare attenzione viene posta all'attribuzione di eccessivi poteri in capo al disponente ed ai beneficiari. Il provvedimento, infatti, chiarisce che i beni facenti parte del patrimonio del trust non possono continuare ad essere a disposizione del disponente ...
La gestione del “dopo scudo”, nel futuro immediato, terrà ancora viva l’attenzione degli intermediari e di tutti quei clienti che hanno aderito all’operazione di emersione – cosiddetto scudo fiscale-ter – conclusasi ufficialmente il 31 Dicembre 2010 con la risoluzione delle cause ostative. Questo è quanto emerge dalle circolari dell’Agenzia delle Entrate emanate alla fine del 2010 ...
Con la Circolare n. 61/E del 27 dicembre 2010, l’Agenzia delle entrate ha fornito ulteriori chiarimenti in merito alla disciplina fiscale dei trust, integrando peraltro quanto già trattato dalla Circolare n. 48/E del 6 agosto 2007. Come è noto, con la legge finanziaria 2007 (art. 1, commi da 74 a 76, l. 296/2006) sono state introdotte nell’ordinamento italiano alcune disposizioni in merito ...
Le modifiche all’IFRS 2 si sono rese necessarie per definire il trattamento contabile delle operazioni con pagamento basato su azioni regolate per cassa all’interno di un gruppo, non specificatamente trattate dall’IFRS 2 o da altre interpretazioni. A seguito di tali modifiche, lo IASB ha anche deciso di includere direttamente nel principio contabile le disposizioni che erano state precedentemente ...

Articolo rivista - SFEF - 2011/3

Fransoni Guglielmo

Scelte di fondo e criticità nel sistema impositivo degli strumenti finanziari


In diritto tributario, la disciplina degli strumenti finanziari è, come noto, incentrata sulla distinzione "titoli di debito", "titoli partecipativi". Dal punto di vista del diritto commerciale questa distinzione non è particolarmente netta perché disciplina degli strumenti finanziari lascia ampio spazio per la configurazione di titoli ibridi. Sono quindi molteplici i caratteri che il legislatore ...

Articolo rivista - SFEF - 2011/3

Betunio Arturo

Strumenti finanziari e fiscalità per la crescita del Paese


L’articolo esamina come la leva fiscale possa contribuire al potenziamento del mercato dei titoli, veicolando il risparmio verso economie “sane” e rimuovendone gli eventuali ostacoli. Sul primo versante, l’Autore illustra le più recenti novità, dallo scudo fiscale al rafforzamento delle misure di contrasto ai trasferimenti illeciti di attività economiche e finanziarie all’estero, dal ...
Chiamata a esprimersi sugli effetti prodotti dall’impegno al riacquisto dei titoli obbligazionari sul sistema di applicazione delle ritenute alla fonte da parte degli emittenti/intermediari, l’Agenzia delle entrate individua nella mancata anticipazione della scadenza originaria del prestito, unita all’impegno ad tempus della circolazione dei relativi titoli, le condizioni cui subordinare la ...
I frutti pecuniari derivanti dall’attività di gestione patrimoniale effettuata dall’intermediario finanziario professionale in esecuzione del mandato a investire le somme di denaro affidatogli, sono tassabili e, pertanto, concorrono alla formazione del reddito del “ tradens ” quali redditi da capitale inquadrabili nella lett. h), comma 1, dell’art. 41 d.p.r. 917/1986 (ora art. 44), pur ...