Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 206

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea con una pronuncia emanata nel contesto di una “procedura amichevole” prevista dalla Convenzione per evitare le doppie imposizioni stipulata tra Austria e Germania, fissa alcune regole interpretative generali e si esprime su una fattispecie controversa relativa a crediti con presunta partecipazione agli utili. La pronuncia si caratterizza come metodo ...
Da alcuni anni l’offerta assicurativa del ramo vita si caratterizza per una forte componente finanziaria intesa come parte costitutiva del contratto assicurativo. Quest’ultimo è vista come un prodotto di investimento volto a costituire un capitale investendo lucrativamente il premio versato. In passato le Compagnie erano solite offrire rendimenti minimi o specifiche garanzie finanziarie circa ...
Il fenomeno consistente nella realizzazione di transazioni mediante l’utilizzo di valute virtuali rappresenti, ad oggi, una realtà in costante crescita, suscettibile di generare conseguenze certamente positive ma, al contempo, caratterizzata da una intrinseca “pericolosità” che, in assenza di una specifica regolamentazione, può essere sfruttata per il perseguimento di finalità illecite. Sebbene ...
Con la sentenza in commento la Suprema Corte, ribadendo le statuizioni di principio già contenute nella precedente sentenza n. 21614 del 2016, sembrerebbe non “condividere” la tesi della “nuova imposta” sui vincoli di destinazione dalla stessa precedentemente elaborata. In particolare, viene precisato che l’effetto segregativo, di per sé, è improduttivo di effetti traslativi in senso ...

Articolo rivista - SFEF - 2018/35

Altamura Paolo Giuseppe Emilio, Barbiano Di Belgiojoso Giovanni, Marchio

Il ruolo del marchio quale “most valuable asset”, imprese bancarie e finanziarie nel panorama nazionale ed internazionale. Riflessi in materia di Patent Box


Il ruolo preminente degli asset immateriali nei sistemi economici di oggi, caratterizzati da mercati fortemente integrati e dinamici è stato evidenziato dall’OCSE e dalla letteratura economica e ha trovato un espresso riconoscimento in Italia mediante l’agevolazione fiscale del “Patent Box”. Tra i beni immateriali ricompresi nella prima applicazione dell’agevolazione, il marchio ha giocato ...
L’equiparazione del trattamento fiscale dei redditi da capitale e dei redditi diversi prodotti dalle c.d. partecipazioni qualificate a quanto già previsto per le c.d. non qualificate introdotta con la Legge di bilancio 2018, potrebbe essere il primo passo per la revisione del complesso sistema di tassazione delle rendite finanziarie ormai datato da oltre 20 anni e non in linea con quello degli ...

Articolo rivista - SFEF - 2018/35

Saltarelli Angela

Art Finance: un approccio sempre più olistico ai servizi


Considerando la crescente volatilità nei mercati finanziari globali e i bassi tassi d’interesse praticati, molti wealth manager hanno consigliato e consigliano ai propri clienti di diversificare in investimenti alternativi e in asset tangibili, quali le materie prime o l’arte – sempre più riconosciuta come asset class alternativa – o altri oggetti da collezione come: le armi, il vino, gli ...
Con due risoluzioni del 2017 l’Agenzia esamina il trattamento fiscale degli indennizzi forfetari erogati ad investitori in azioni e obbligazioni subordinate emesse da banche italiane. Con atteggiamento pragmatico l’Agenzia rileva come gli indennizzi traggano la loro motivazione da comportamenti irregolari degli intermediari e ne esclude l’imposizione come redditi diversi rilevando come essi, ...
La normativa relativa ai Piani individuali di risparmio (PIR) e le Linee guida del Ministero dell’Economia e delle finanze utilizzano il termine “strumento finanziario” per individuare l’oggetto dell’investimento nel PIR. Tuttavia né la normativa, né le Linee guida offrono una precisa indicazione della nozione di strumento finanziario accolta ai fini PIR. Eppure essa assume una funzione ...
A seguito della pubblicazione dei primi chiarimenti (di seguito “Linee Guida”) sullo speciale regime fiscale per i “piani di risparmio a lungo termine” (c.d. “PIR”), il 4 ottobre scorso, da parte del Dipartimento delle Finanze del MEF, l’Agenzia delle entrate ha fornito alcuni chiarimenti in merito a tale istituto, introdotto ad opera della Legge di Bilancio per il 2017 (Legge 11 dicembre ...