Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 730

L’eventuale assenza di una struttura operativa nel caso di Holding statiche non è di per sé un elemento che può portare l’Amministrazione finanziaria a disconoscere l’applicazione delle convenzioni o delle Direttive Comunitarie essendo invece rilevante per le stesse dare prova dell’autonomia e padronanza delle decisioni di governo ed indirizzo delle partecipazioni detenute e nel trattamento ...
L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 25/E del 2 marzo 2017, ha fornito un interessante chiarimento in tema di consolidato fiscale nazionale, alla luce delle modifiche che a tale istituto sono state apportate dall’art. 6 del Decreto internazionalizzazione. Difatti, con il citato documento di prassi, è stato affermato che il trasferimento della partecipazione di controllo dalla branch ...

Articolo rivista - SFEF - 2017/30

Parisotto Renzo

Imposta sulle successioni e donazioni e costituzione di patrimoni separati


L’Agenzia delle Entrate con una consulenza giuridica all’ABI affronta il tema dell’imposta sulle successioni e donazioni sulla costituzione di patrimoni separati di cui alla Legge 130/1999 sulle cartolarizzazioni giungendo alla conclusione della non applicabilità posto che non vi è trasferimento della titolarità giuridica dei crediti.

Articolo rivista - SFEF - 2017/30

Quattrocchi Andrea

La disciplina tributaria dei risparmi a lungo termine


Il contributo propone una disamina critica della disciplina dei piani di risparmio a lungo termine. In particolare, l’A. si sofferma dapprima su alcuni profili di carattere euro-unitario attinenti gli effetti di indiretto sostegno alle imprese prodotti dall’agevolazione fiscale, per poi affrontare compiutamente il disposto normativo. Nella specie l’A. evidenzia alcune criticità poste dalla ...

Articolo rivista - SFEF - 2017/31

Manuti Nicola

Le agevolazioni dei nuovi PIR per le persone fisiche


I nuovi Piani Individuali di Risparmio (PIR) hanno catalizzato l’attenzione dei mercati finanziari. Evidentemente, l’appeal delle agevolazioni tributarie – che, per le persone fisiche, riguardano i patrimoni fino a 150 mila euro, investiti per almeno il 70 per cento in imprese “radicate” in Italia, consistono nella completa esenzione delle rendite finanziarie e nella inapplicabilità del ...
L’Agenzia delle entrate, ad opera della risoluzione n. 77/E del 23 giugno 2017, ha fornito rilevanti, nonché attesi, chiarimenti con riguardo alla disciplina fiscale applicabile alla plusvalenza generata da un’operazione di “sale and lease back”. Come noto, a seguito della conversione in legge del d.l. n. 244 del 2016, avvenuta con la l. 27 febbraio 2017, n. 19, è stato modificato l’art. ...
Il D.Lgs. 15 marzo 2017, n. 32 reca le disposizioni di attuazione della Direttiva n. 2015/2376/UE relative allo scambio automatico obbligatorio di informazioni fiscali nell’ambito dei ruling preventivi transfrontalieri e degli accordi preventivi sui prezzi di trasferimento. Lo scambio spontaneo di informazioni in tale settore, infatti, si è rivelato uno strumento non adeguato di contrasto alla ...
La Corte di Giustizia dell’Unione europea ha ritenuto incompatibile con l’art. 4 della Direttiva madre – figlia due norme fiscali nazionali (francese e belga) poiché comportavano una doppia imposizione degli utili ricevuti dalle società madri da parte di società figlie non residenti. Dopo aver analizzato il percorso argomentativo seguito dalla Corte in entrambe le pronunce, l’analisi si ...

Articolo rivista - SFEF - 2017/31

di Felice Paolo, Egori Roberto, Marciante Toni

Trattamento contabile e regime fiscale delle polizze vita sottoscritte da società italiane


Nell’ambito della gestione della liquidità aziendale, sempre più spesso le società esercenti attività commerciale, anche per motivi di maggior semplicità nell’amministrazione contabile, decidono di utilizzare i contratti di assicurazione sulla vita a prevalente contenuto finanziario. Ci si riferisce in particolare alle polizze di ramo I, III, V ed anche alle polizze c.d. “multiramo”, ...
Uno degli aspetti critici del ruolo di sostituto o responsabile d’imposta assolto dagli intermediari finanziari italiani è costituito dall’acquisizione della documentazione (spesso in forma di autocertificazione) idonea a documentare che gli investitori non residenti possiedono i requisiti per beneficiare di eventuali riduzioni o esenzioni d’imposta in Italia. È responsabilità dell’intermediario ...