Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 279

Con risoluzione n. 26/E del 7 marzo 2011, l’Agenzia delle Entrate afferma che la distribuzione di azioni proprie dell’emittente ai soci dell’emittente stesso è assimilabile sul piano contabile ad un aumento gratuito di capitale, in quanto ciò che si realizza configura una restituzione di conferimenti ai soci, con effetti di riduzione del patrimonio sociale. Conseguentemente, nel caso in cui ...
Nella risoluzione Min. fin. 7 febbraio 2012, n. 12 l’Agenzia delle entrate ribadisce la impostazione già tenuta nella risoluzione n. 26 del 2011, e afferma che la assegnazione di azioni proprie ai soci non rappresenta distribuzione di utili in natura ma aumento a titolo gratuito del capitale sociale. Per l’intero valore nominale delle azioni assegnate, qualora tutto il capitale sociale sia formato ...
L'attribuzione di azioni ai dipendenti da parte della società datrice di lavoro costituisce reddito in natura tassabile come reddito di lavoro dipendente.  Nella fattispecie esaminata, la società, in occasione di un aumento di capitale, intende assegnare ad una parte dei propri dipendenti azioni di valore superiore ai conferimenti in denaro effettuati dagli stessi, mentre agli altri azionisti verranno ...
La normativa belga prevede che in caso di successione ereditaria avente ad oggetto azioni nominative di società stabilita in Belgio, il diritto dell’amministrazione finanziaria di sottoporre a valutazione le azioni in capo all’erede residente nel medesimo Stato si estingue entro due anni; tale termine di prescrizione è invece esteso a dieci anni, se la società le cui azioni sono oggetto di ...
La Corte di Giustizia afferma che rientrano nella esenzione di cui all’art. 13, parte B, lett. d) punto 5 della sesta Direttiva (art. 135, lett. f) della Direttiva 2006/112/CE) le operazioni dirette a trasferire azioni di società che comportano anche il trasferimento indiretto della proprietà degli immobili posseduti da queste società. Questo salvo che lo Stato abbia optato per la facoltà di ...

Articolo rivista - SFEF - 2011/5

Accinni Alessandro

La legittimazione del fiduciante all’esercizio delle azioni ex contractu


Il presente articolo, muovendo dal principio emesso dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione n.24772 del 2008, in tema di azioni ex contractu esperibili dal mandante di un mandato senza rappresentanza, si interroga sull'applicabilità del principio alle azioni esperibili dal fiduciante verso il terzo contraente del rapporto concluso da società fiduciaria statica operante ex L. 1966/1939 a nome ...
Tornata a occuparsi dei profili fiscali dell’assegnazione ai soci di azioni della stessa società emittente detenute in portafoglio, l’Agenzia delle entrate, confermando le indicazioni già tracciate nella precedente risoluzione n. 26/E del 7 marzo 2011, riconosce la sostanziale valenza patrimoniale dell’operazione, assimilabile a un aumento gratuito di capitale sociale, seppur mitigata dall’erronea ...
L’Agenzia delle entrate, con circolare n. 21/E del 10 luglio 2014, ha fornito importanti chiarimenti in relazione alla disciplina fiscale applicabile agli organismi d’investimento collettivo del risparmio (OICR) a seguito dell’emanazione del D. Lgs. n. 44 del 4-3-2014 che ha recepito la Direttiva comunitaria 2011/161/UE (c.d. Direttiva AIFM – Alternative Investment Fund Managers)) sui gestori ...
Nel caso in questione, la Corte di Giustizia, richiamando le sentenze in materia di esenzione dei servizi finanziari 5 giugno 1997, causa C-2/95, SDC, e 13 dicembre 2001, C-235/00, CSC Financial Services, afferma che i servizi di garanzia di sottoscrizione, consistenti nella prestazione di garanzie da parte del SEB (istituto di credito svedese) e di altre società del medesimo gruppo Iva, a una società ...
La Corte di Cassazione ha affermato il principio in base al quale é errato sostenere che la cessione della proprietà delle azioni non dia luogo anche alla cessione del diritto al pagamento del dividendo relativo alle azioni trasferite, anche quando la distribuzione del dividendo è stata deliberata prima della vendita delle azioni medesime. Al contrario, quando le azioni sono cedute, i dividendi, ...