Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 291

È noto che, nell’intento di offrire alle imprese una alternativa ai finanziamenti a trattativa privata (per lo più bancari), il nostro legislatore ha tentato a più riprese di promuovere la via del ricorso al mercato dei capitali. Più precisamente, al netto del primo esperimento (risalente al 1974) della introduzione  delle azioni di risparmio, lo ha fatto in sede di riforma del 2003, riconoscendo ...

Articolo rivista - SFEF - 2011/5

Vecchio Cesare

Gli strumenti giuridici della finanza islamica


La finanza islamica ha conosciuto momenti di grande splendore dovuti all’abbondanza di capitali disponibili su tale mercato. Molti Paesi occidentali ne hanno approfittato ma non l’Italia: un po’ per diffidenza, un po’ per ignoranza. Con questo articolo si intende introdurre l’argomento, senza la presunzione di esaurirlo, prima di tutto delineando i principi fondamentali alla base della finanza ...
Il presente contributo, che l’autore auspica possa stimolare interessanti dibattiti in dottrina, muove da una considerazione di tipo statistico volta a riconoscere, nell’ultimo decennio, una larghissima diffusione in Europa dei Fondi comuni d’investimento immobiliare, quali veicoli prediletti per l’acquisto e la gestione di real estate assets . Partendo da tale assunto, l’autore si è soffermato ...

Articolo rivista - SFEF - 2013/11

Marchetti Fabio, Pellegrini Paolo

Il trattamento IVA delle commissioni di gestione addebitate ai fondi pensione


Anche a seguito di recenti modifiche legislative *, conseguenti ad una altrettanto recente giurisprudenza della Corte di Giustizia della Comunità Europea**, è tornato di particolare attualità il tema del trattamento agli effetti dell’IVA delle commissioni di gestione addebitate ai fondi pensione da banche, assicurazione ed altri soggetti finanziari incaricati della gestione.#In effetti nei confronti ...

Articolo rivista - SFEF - 2020/49

Pozzi Franco, Paccamiccio Daniela , Parni Maurizio


 ">Obbligazioni convertibili: trattamento contabile e fiscale per il sottoscrittore

 


L’OIC 32 contiene un trattamento contabile specifico per l’emittente obbligazioni convertibili ed in particolare per i derivati in esse incorporati; nulla prevede invece per quanto riguarda il sottoscrittore. Lo stesso potrebbe pertanto seguire due differenti approcci: applicare le stesse regole previste per l’emittente e dunque non procedere ad alcuna valutazione successiva del derivato (dopo ...

Articolo rivista - SFEF - 2017/32-33

Giangrande Giuseppe

Commento alla Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 97/E del 25 luglio 2017


L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 97/E del 25 luglio 2017, rispondendo a un’istanza di interpello, fornisce un interessante chiarimento interpretativo in materia di scissione parziale proporzionale seguita dalla cessione delle partecipazioni nella società scissa, in rapporto alla nuova disciplina dell’abuso del diritto.

Articolo rivista - SFEF - 2013/10

Gianfrate Gianfranco, Monaco Sorge Marco

Securities fraud e materialità della market manipulation: il ruolo degli event study


Le condotte di market manipulation  intese come abusi che  provocano una “sensibile alterazione” del prezzo di strumenti finanziari stanno ricevendo una crescente attenzione da parte della legislazione nazionale e comunitaria. Se la definizione di manipolazione di mercato è sempre più precisa sul piano giuridico, stabilire sul piano operativo se una certa condotta abbia sensibilmente alterato ...
 #Il decreto-legge n. 179/2012 ha introdotto un quadro organico di disposizioni riguardanti la nascita e lo sviluppo di imprese start up innovative successivamente estese alle Pmi innovative. L’art. 29 di tale decreto ha riconosciuto ai soggetti (privati e società) che investono nel capitale di tali imprese, sia direttamente che indirettamente, rilevanti benefici fiscali che, con l’introduzione ...

Articolo rivista - SFEF - 2013/12

Marchetti Fabio, Rasi Federico

Applicazione dell’imposta sulle transazioni finanziarie da parte delle società fiduciarie


L’imposta sulle transazioni finanziarie prevede che le società fiduciarie, al pari degli altri operatori finanziari, siano coinvolte nella sua attuazione. Benché il coinvolgimento di tali società avvenga solo in casi in cui non partecipi all’operazione un altro operatore finanziario, non ci si può esimere dall’osservare come tale coinvolgimento presenti profili problematici. Il legislatore ...
Sulla tassazione della cessione del diritto di opzione la Cassazione si è espressa (per quanto consta dai repertori di giurisprudenza) in due sole occasioni e in due modi diametralmente opposti: dapprima (Cass., 11466/2005) è stato deciso che i cedenti «hanno posto in essere un atto che produce gli stessi effetti, per il suo contenuto economico, della cessione delle quote sociali. Infatti, per ...