Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 343

Se da un lato i chiarimenti contenuti nella risposta ad interpello n. 229 e nel principio di diritto n. 10, entrambi del 28 luglio 2020, paiono di particolare importanza perché, in ogni caso, costituiscono un contributo interpretativo importante con riferimento ad una disciplina, quello del regime fiscale degli scambi di partecipazioni, tradizionalmente oggetto di sporadica attenzione da parte ...
Con la recente risposta a interpello n. 308 del 3 settembre 2020, l’Agenzia delle Entrate interviene nuovamente in tema di azioni negoziate sul mercato AIM, giungendo alla conclusione che l’AIM deve essere assimilato ad un mercato regolamentato.#La risposta si inserisce peraltro nell’ambito di un filone interpretativo della prassi amministrativa su questo tema iniziato nel corso del 2019, con ...
 #Il decreto-legge n. 179/2012 ha introdotto un quadro organico di disposizioni riguardanti la nascita e lo sviluppo di imprese start up innovative successivamente estese alle Pmi innovative. L’art. 29 di tale decreto ha riconosciuto ai soggetti (privati e società) che investono nel capitale di tali imprese, sia direttamente che indirettamente, rilevanti benefici fiscali che, con l’introduzione ...
L’art. 20 del Testo Unico sull’imposta di registro sembra aver abbandonato, si auspica definitivamente, la artificiosa veste di norma a finalità antielusiva generale, per ritrovare la sua autentica funzione interpretativa degli effetti giuridici, rectius civili, degli atti sottoposti a registrazione. Pertanto, l’Amministrazione finanziaria, nell’attività di riqualificazione, non potrà spingersi ...

Articolo rivista - SFEF - 2017/29

Accinni Alessandro, di Felice Paolo, Piazza Marco

Usufrutto rotativo su un portafoglio di strumenti finanziari: profili civilistici, fiscali e di amministrazione


La scissione tra usufrutto e nuda proprietà è tradizionalmente utilizzata in relazione a beni non destinati alla continua movimentazione (immobili, quote societarie). La medesima operazione può tuttavia riferirsi anche ad asset amministrati in modo dinamico, come, per esempio, un portafoglio di strumenti finanziari. Con il presente contributo gli autori sciolgono i nodi di natura civilistica e ...

Articolo rivista - SFEF - 2017/29

Squeo Francesco

Il regime fiscale opzionale per i neo-residenti in Italia


Il presente lavoro è teso a dettagliare la «procedura» di accesso alla disciplina recata dall’art.24-bis TUIR, individuando al contempo le variabili in gioco da soppesare ai fini della valutazione di opportunità, da tarare caso per caso, nel contesto della migrazione degli high net wealth individuals in Italia, con l’esercizio dell’opzione per il regime fiscale speciale, al ricorrere delle ...

Articolo rivista - SFEF - 2017/29

Parisotto Renzo

Regole fiscali per gli italian gaap


Le imprese tenute all’applicazione delle nuove regole di bilancio introdotte a far tempo del 1° gennaio 2016 con il D.Lgs. 18 agosto 2015 n. 139 trovano finalmente le indispensabili norme di coordinamento con la vigente normativa fiscale IRES ed IRAP attraverso una specifica disposizione inserita in fase di conversione in legge del D.L. 30 dicembre 2016 n. 244 – c.d. mille proroghe – entrato ...

Articolo rivista - SFEF - 2017/29

De Angelis Francesco, Rugiero Walter

Transizione all’IFRS 9: profili fiscali della valutazione dei crediti verso la clientela delle banche


L’IFRS 9, pubblicato dallo IASB nel luglio 2014 e recepito con un Regolamento della Commissione Europea lo scorso 22 novembre, modifica radicalmente la classificazione degli strumenti finanziari rispetto allo IAS 39, distinguendo tre nuove categorie in funzione dei flussi contrattuali generati dall’attività finanziaria e del business model dell’entità. Con particolare riferimento al settore ...
I commi da 65 a 69 della legge di Stabilità 2016 hanno disposto l’introduzione di un’addizionale IRES per soggetti operanti nei settori finanziari e contemporaneamente concedono agli stessi contribuenti la piena deducibilità degli interessi passivi ai fini della determinazione della base imponibile IRES e IRAP. La misura comporta due effetti in termini di gettito di segno contrario: recupero ...

Articolo rivista - SFEF - 2017/29

Vigo Walter, Papetti Monica

Il regime fiscale dei Piani di risparmio a lungo termine francesi: spunti di riflessione


La legge di Bilancio per l’anno 2017 ha dato attuazione nell’ordinamento italiano ai piani di investimento di lungo termine (denominati PIR) in analogia con quanto già a suo tempo fatto da altri ordinamenti quali Francia e Inghilterra. I piani di risparmio hanno la caratteristica principale di garantire un regime di favore fiscale ai sottoscrittori che consiste nell’esenzione da tassazione ...