Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 321

L’Amministrazione finanziaria ha fornito, con circolare n. 9/E del 5 marzo 2015, utili chiarimenti in relazione al meccanismo del credito per le imposte pagate all’estero, disciplinato dall’art. 165 del Tuir, ai quali di seguito si accenna in estrema sintesi.   Premessa Il credito d’imposta è un metodo che è stato introdotto nel nostro ordinamento tributario allo scopo di eliminare o almeno ...
Il Consiglio dei Ministri del 15 ottobre ha approvato il disegno di Legge di Stabilità per il 2015 (AC 2679), che è attualmente all’esame del Parlamento. Si descrivono brevemente le principali novità proposte dallo schema di Legge, la cui entrata in vigore è prevista per il 1 gennaio 2015, con particolare riguardo alle novità in materia di imposte sui redditi aventi maggiore impatto sulla fiscalità ...
L’art. 2 del D.L. 225/2010 (cd. Milleproroghe) ha introdotto la possibilità di trasformare le attività per imposte anticipate derivanti da svalutazione dei crediti, avviamento e altre attività immateriali, in crediti di imposta, qualora nel bilancio della società sia rilevata una perdita d’esercizio.La Risoluzione Agenzia delle Entrate 22 settembre 2011 n. 94/E ha fornito alcuni chiarimenti ...
La Agenzia delle Entrate, nella risoluzione n. 92, torna ad occuparsi della conversione delle imposte anticipate (DTA) in crediti di imposta per una impresa del settore bancario. In primo luogo, chiarisce che le DTA iscritte, secondo corretti principi contabili, nel rendiconto sulla gestione degli amministratori redatto ex articolo 2487-bis del codice civile (relativo al periodo tra l'inizio dell'esercizio ...
La Corte di Cassazione, con la sentenza in epigrafe, ha affermato il principio di diritto secondo il quale, in presenza di reati tributari, il sequestro preventivo per equivalente che rappresenta l'atto prodromico per la successiva confisca, può essere mantenuto in capo al soggetto reo fino a quando dura l'indebito l'arricchimento risultante dal comportamento illecito che é stato posto in essere. ...
La Corte di Cassazione, Sezione Tributaria, con ordinanza n. 19220 del 7 novembre 2012, ha ribadito il principio della immodificabilità dell'accertamento con adesione, anche in presenza di motivi nuovi. Il caso riguarda un accertamento con adesione che aveva definito una controversia in materia di imposte dirette: a seguito della scoperta di nuovi documenti il contribuente aveva presentato istanza ...
È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 139 di sabato 15 giugno 2013 il D.p.c.m. 13.06.2013 che prevede la proroga dei versamenti delle imposte derivante dai modelli UNICO e IRAP, decreto preannunciato dal Ministero dell'Economia e delle Finanze con comunicato stampa n. 94 del 13 giugno 2013. La proroga è confermata per i soggetti (persone fisiche e non) che esercitano attività economiche ...
La Commissione europea ha deciso di deferire i Paesi Bassi davanti alla Corte di giustizia a causa delle regole discriminatorie previste dalla sua legislazione in materia di imposta di successione e donazione, le quali violano la libera circolazione dei capitali. Infatti, le successioni e donazioni di immobili di immobili situati sul territorio nazionale sono del tutto o in parte esenti, mentre quelle ...

Articolo rivista - SFEF - 2020/47

Amendola-Provenzano Valentino

Crediti deteriorati e conversione delle attività per imposte anticipate


Il meccanismo di conversione in crediti d’imposta delle attività per imposte anticipate riproposto dal Decreto legge n. 18 del 2020 ha evidentemente molti punti di contatto con il provvedimento del 2010 volto principalmente al rafforzamento patrimoniale delle banche. Il recente decreto che dichiara una finalità di sostegno della liquidità, tuttavia, si basa su presupposti diversi e si prospetta ...
L’Agenzia delle entrate, con l’attesa circolare n. 10/E del 13 marzo 2015, ha fornito le prime istruzioni in merito alla procedura di collaborazione volontaria introdotta dalla L. 186/2014. Preliminarmente la circolare ricorda che le disposizioni in materia di voluntary disclosure prevedono due forme di collaborazione volontaria: la collaborazione volontaria internazionale e quella nazionale. ...