SFEF

2019/41

Commento alla sentenza della Corte  di Cassazione 5 marzo 2019, n. 6319 in tema di polizze unit linked


La Suprema Corte, chiamata a pronunciarsi su controversia attinente la validità di una polizza vita unit linked per dedotta mancanza di causa del contratto assicurativo, enuncia il principio di diritto per cui, nelle polizze unit linked con causa mista, finanziaria ed assicurativa sulla vita, anche nel caso in cui sia prevalente la causa "finanziaria", la parte qualificata come "assicurativa" deve comunque rispondere ai principi dettati dal codice civile, dal codice delle assicurazioni e dalla normativa secondaria ad essi collegata con particolare riferimento alla ricorrenza del "rischio demografico". Spetta al giudice di merito verificare la ricorrenza di tale rischio tramite valutazione dell'entità della copertura assicurativa che, avuto riguardo alla natura mista della causa contrattuale, dovrà essere vagliata con specifico riferimento all'ammontare del premio versato dal contraente, all'orizzonte temporale e alla tipologia dell'investimento.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.