SFEF

2019/42

Prime osservazioni sulla disciplina attuativa dei piani di risparmio a lungo termine


La normativa sui PIR, introdotta dall’art. 1, commi da 100 a 114 della legge 232/2016, ha subito una profonda integrazione con la legge di bilancio 2019 (art. 1, commi 211-215 della legge 30 dicembre 2018, n. 145), che prevede ulteriori vincoli di investimento, essendo riservata una quota dei conferimenti al piano a favore di PMI le cui quote sono negoziate in sistemi multilaterali di negoziazione e di fondi di venture capital.#La misura ha bloccato la costituzione di nuovi PIR, fino all’emanazione del decreto attuativo del 30 aprile 2019. Tuttavia, la complessità della normativa e l’esistenza di nuovi vincoli di investimento aumentano oneri e rischi per intermediari ed investitori e non fanno presagire alcuna ripresa di questi recenti strumenti del risparmio

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.