SFEF

2019/44

Gli strumenti finanziari ibridi nel Decreto ATAD


Con il Decreto Legislativo n. 142 del 29/11/2018 sono state recepite nel nostro ordinamento le Direttive ATAD 1 e ATAD 2, emanate dall’Unione Europea in materia di contrasto all’elusione fiscale internazionale. All’interno del Capo IV del D. Lgs. n. 142/2018, il Legislatore si è occupato del tema del “disallineamento da ibridi”, definendo quali sono gli effetti che possono derivare da situazioni di disallineamento tra regimi fiscali di ordinamenti diversi (“doppia deduzione” e “deduzione senza inclusione”) e dettando specifiche misure di contrasto al fenomeno del disallineamento da ibridi. Nel presente elaborato, si approfondisce il tema degli “strumenti finanziari ibridi”, distinguendo tra le tre categorie individuate dalla normativa, nel solco di quanto già disposto dall’Action 2 BEPS e dalle Direttive ATAD (strumenti finanziari, trasferimenti ibridi e pagamenti sostitutivi), ed esaminando le relative norme di contrasto introdotte dal legislatore, le quali richiedono la preliminare qualificazione dell’ordinamento italiano come “giurisdizione del pagatore” o “giurisdizione del beneficiario”.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.