SFEF

2021/51

Le offerte pubbliche di acquisto e scambio (OPAS) fuori dal regime di “realizzo controllato”: note a margine di un recente orientamento di prassi


Con la recente risposta ad interpello n. 537 del 9 novembre 2020, l’Agenzia delle entrate ha precisato che le OPAS, caratterizzate da uno scambio azionario mediante conferimento e da un corrispettivo in denaro, non sono soggette al regime del “realizzo controllato” di cui all’art. 177, co 2, TUIR, trovando viceversa applicazione la regola generale di realizzo al valore normale prevista dall’art. 9, comma 2 e 4, lett. a), TUIR. Considerato che, ad oggi, le OPAS non sono oggetto di una disciplina tributaria specifica, l’individuazione di soluzioni de iure condendo appare la strada più agevole per dare risposta alle criticità che l’attuale normativa tributaria non è in grado di risolvere. Per tale ragione, è auspicabile che venga al più presto introdotta nel corpo normativo del TUIR un’apposita disposizione che disciplini fiscalmente le OPAS sulla falsariga di quanto stabilito dall’art. 172 del TUIR, concernente le operazioni di fusione.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.